Insetto stecco - Pescara del Tronto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Insetto stecco

Guest book

L'insetto stecco


Questa estate a Pescara, un nostro compaesano, Enzo Rendina, ha trovato un tipo d'insetto molto bello e curioso, per cui siamo andati a vederlo e a fotografarlo per rendervi participi di questo avvenimento.
Si pensa che essi vivano in paesi tropicali, per cui è strano averlo trovato nel nostro ambiente, ma se siete curiosi e volete approfondire la vostra conoscenza di questo insetto, vi rimandiamo al sito apposito "www.insettostecco.it"


Descrizione:

I Fasmidi devono il loro nome scientifico (dal greco Phasma, fantasma) al singolare caratteristico aspetto esteriore, la cui importanza può essere valutata appieno soltanto osservando questi insetti nel loro ambiente naturale.
Il capo è piccolo, le zampe hanno lunghezza varia, di solito tanto lunghe quanto più è lungo il corpo. Le ali, quando esistono, hanno l'aspetto di tegmine, che sono sempre più brevi delle ali posteriori, che a riposo si ripiegano a ventaglio.  Mancano di organi stridulanti, ma, esistono, sebbene poco sviluppati, organi acustici tibiali.
Allo stadio di immagine i Fasmidi vivono su arbusti e alberi, ove riescono a sottrarsi al nemico mimetizzandosi abilmente tra la vegetazione; ciò è possibile sia per la forma del loro corpo (simile ad un ramo o ad una foglia), sia per la capacità  che hanno di assumere atteggiamenti e colorazioni criptiche con l'ambiente circostante.
Quando vengono disturbati, non reagiscono tentando di fuggire o di difendersi ma continuano a conservare una perfetta immobilità; se si toccano leggermente sulla parte inferiore delle zampe cadono in uno stato di rigidità. A causa delle loro dimensioni  ogni movimento compiuto alla luce del giorno finirebbe e per rivelarne la presenza e annullare il loro mimetismo.Un ulteriore adattamento alla difesa personale è la loro capacità di variazione fisiologica di colore, tipica di alcuni Fasmidi, che  cambia da chiara durante il giorno a scura durante la notte. Dopo essere percepito dagli occhi il ritmo nicrimentale è fissato nel sistema nervoso, e da questo trasmesso all'intero organismo.
L'insetto stecco è vegetariano, come tutti i Fasmidi, è attero, le femmine possono raggiungere anche gli 11 cm di lunghezza, i maschi, invece, sono più piccoli e rarissimi. Infatti la partenogenesi è molto frequente: le femmine depongono le  uova proiettandole lontano da sé mediante un apposito ovopositore.
Sono insetti a metamorfosi incompleta (paurometaboli), la larva appena schiusa somiglia all'adulto, salvo la totale assenza di ali.  
La maggior parte dei Fasmidi  è di origine tropicale
solo Bacillus rossii si è spinto sino all'Europa meridionale, in Italia si trova nel Mezzogiorno.

Lo sapevate che...

La capacità di imitare parti di piante viene detta fitomimetismo. I Fasmidi non sono quasi capaci di saltare ma si spostano con un'andatura lenta e circospetta per lo più soltanto di notte, mentre di giorno preferiscono rimanere tra le foglie della  pianta nutrice.


Le fotografie

Benvenuto, oggi è e sono le
Torna ai contenuti | Torna al menu